Un WeekEnd da Maker

Nello scorso weekend, sono stato impegnato a partecipare ad un evento organizzato da Intel, di cui avevo già parlato in questo post, la cui parte logistica (a quanto ho capito) è stata organizzata in maniera esemplare da parte di BeMyApp.

E’ stata una esperienza superiore alle mie aspettative, per una serie di motivi che cercherò di spiegare di seguito.

L’evento in sé era un “hackaton” in cui, in un weekend appunto, ovvero da sabato mattino fino a domenica verso ora di pranzo (notte inclusa) era possibile avere a disposizione la scheda Intel Edison e un kit di sensori (più altri sensori a richiesta) per presentare una propria idea da zero di un prototipo o di un prodotto da realizzare in ottica IoT (Internet of Things).

C’erano circa 130 partecipanti, in overbooking rispetto ai 100 previsti inizialmente (o di cui si parlava sempre nelle mail dell’organizzazione), a dimostrazione che era stato un evento molto interessante per tanti che ritornavano e una novità per chi, come me, era alla sua prima esperienza.

cdcutyuw4aaozqa

L’età media non era molto alta, c’erano molti ragazzi tra i 20 e i 25 che avevano già una buona esperienza in merito e molti altri più “maturi” come me ed altri più grandi di me, appassionati di questa specifica “area tecnica”.

L’evento si è svolto all’interno dei locali della Luiss Enlabs, situati in pratica sopra la Stazione di Roma Termini e accessibile dall’interno della stazione stessa quindi strategicamente raggiungibile da tutti.

Lo spirito era quello di un enorme lab, in cui i “makers” si organizzavano in team e si cimentavano nella realizzazione della loro idea per poi, nel pomeriggio di domenica, presentare una demo e partecipare ad un contest con tanto di giudici, ed eventualmente vincere un premio in denaro (in realtà in gift card su Amazon).

Le squadre che si sono presentate erano in realtà già attrezzate in maniera “forte”, ovvero erano già molto avanti con la loro idea, e la partecipazione era mirata all’utilizzo dello schede Intel Edison e potersi evidenziare verso eventuali finanziatori, visto che la Luiss Enlabs rappresenta un “incubatore di idee” e la stessa Intel credo di aver capito che finanzi i progetti che ritiene più interessanti e innovativi.

IoeRobIoTRoadShow

Io e il mio amico Aristide ci siamo cimentati in un progetto che poi abbiamo registrato su Instructables (così come tutti gli altri) ma essendo ancora una idea molto embrionale, ci siamo più che altro preoccupati di capire come funzionassero la scheda e i sensori che ci serviranno e ragionare sul come mettere insieme i pezzi di questo “puzzle”.

Si è respirata comunque un’aria fantastica, in un clima di collaborazione si potevano avvertire quasi le idee viaggiare nell’aria, tante persone insieme a lavorare e divertirsi. Sarebbe bello poterlo fare per lavoro, così come era per tanti dei presenti, purtroppo non è possibile ma è pressochè sicuro che parteciperemo ai prossimi hackaton che verranno organizzati da Intel (e da altri, chissà), e consiglio anche a voi di partecipare, e sicuramente la prossima volta porterò anche mio figlio, che già una volta si era divertito a darmi una mano con schede e sensori.

Altre foto dell’evento le potete recuperare dai twitter del 12 e 13 marzo con questo hashtag #IntelMaker .

Grazie ad Intel e a BeMyApp, e ci vediamo al prossimo hackaton, e speriamo di tornarci con il prototipo del nostro progetto!

Un WeekEnd da Maker

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...