DomusDotNet e DevOps@Work 2016

Un post lo voglio dedicare alla community romana DomusDotNet, di cui sono orgogliosamente uno dei soci da fine 2015, e all’ultimo evento appena trascorso, DevOps@Work 2016, organizzato insieme alla community GetLatestVersion.

C’è un’aria di rinnovamento nella community, sempre molto attiva negli anni dalla sua fondazione e che ultimamente ha deciso appunto di rivedere i propri assetti.
Anche per questo è stato deciso il rifacimento del sito ufficiale, ancora in progress, dati i tanti impegni lavorativi e personali di tutti, ma che a breve sarà completato.

L’evento appena finito, pochi giorni fa, ha registrato il “sold out” e abbiamo dovuto avviare le liste di attesa, per gestire gli oltre cento iscritti, su due track molto interessanti su argomenti relativi al profilo “DevOps”, come lo si chiama oggi, e gli strumenti / modalità di lavoro che abbiamo a disposizione.

CadaTz7WcAAkPOT[1]
foto scattata da Antonio Giglio

In questo evento ho avuto il piacere e l’onore di tenere una sessione su Application Insights, argomento su cui sto scrivendo tanti post ultimamente, spinto dall’interesse e dalla curiosità che ho riscontrato sia durante la sessione che al termine della stessa, quando diverse persone si sono avvicinate e mi hanno riempito di domande di vario genere sull’argomento.

E’ stato molto bello vedere questo interesse, perché innanzitutto significa che le persone non si sono annoiate e hanno seguito con attenzione quanto dicevo loro, e quindi di conseguenza vuol dire che sono riuscito a stimolare il loro interesse sull’argomento e sulla bontà dello strumento / metodologia che ho illustrato.

Per questo ho appunto deciso di scrivere un po’ di post su Application Insights, perché ho visto un terreno fertile su cui posso aiutare, per quello che è nelle mie possibilità, gli altri “colleghi” che fanno il mio stesso lavoro a capire come utilizzare al meglio gli strumenti di Microsoft per monitorare e sviluppare il nostro business.

Una menzione d’onore la devo fare per Gaetano Paternò, membro della community siciliana OrangeDotNet, perché oltre al fatto che a tutti noi ha fatto piacere vederlo al nostro evento, prendendosi una giornata di ferie e aerei andata e ritorno dalla Sicilia per essere con noi, si è anche prodigato moltissimo per darci una mano a comunicare all’esterno gli avvenimenti dell’evento e fornirci un supporto che non saremmo stati in grado, pur essendo in tanti, di fornire così puntualmente.

12631509_1675348696057325_3828731219711875945_n[1]
foto scattata da Gaetano Paternò

E’ in questi gesti che si capisce la passione per questo lavoro, lo “spirito community” che spero animi sempre le gesta delle persone (e anche le mie) per poter fare sempre al meglio il nostro lavoro, troppo spesso sottovalutato o denigrato, anche da persone che tante volte non hanno la preparazione adeguata per giudicare le competenze o le performance altrui.

Per adesso comunque godiamoci il “successo” dell’evento, derivato dalla partecipazione e dall’interesse che abbiamo suscitato, e andiamo avanti così.

Seguiteci sul nostro gruppo Facebook e… viva DomusDotNet !

Annunci
DomusDotNet e DevOps@Work 2016

Evento: DomusDotNet – IoT@Work “Internet of Things”

Il prossimo venerdì 6 giugno 2014, ci sarà un interessantissimo evento ospitato alla sede di Roma della Microsoft, organizzata dalla fantastica community romana DomusDotNet,

Si tratta di un evento in cui si discuterà dell’IoT (Internet of Things) ovvero delle possibili evoluzioni nell’uso della rete, che passa ormai inesorabilmente attraverso device sempre più “intelligenti” e capaci di scambiarsi dati in maniera programmatica.

Si va verso un futuro in cui la tecnologia ci renderà sempre più semplici le operazioni della quotidianità e allo stesso tempo si evolverà per comprendere meglio le nuove evoluzioni che necessitano per operare sempre al meglio.

Non perdete quindi questo evento, utilizzate subito questo link per avere maggiori informazioni, vedere l’agenda della giornata e iscrivervi al più presto!

Evento: DomusDotNet – IoT@Work “Internet of Things”